TORNA A RECENSIONI CD                                                                  BACK TO CD REVIEWS

__________________________________________________________________________

 

RAGAZZI  - Stralsund - Germany (www.ragazzi-music.de)

On-line (Tedesco) (http://www.ragazzi-music.de/aiellomassimo.html) On-line (German)

( Traduzione italiano)

    Go to english translation     

 

Torna a originale                                                      Back to original

_____________________________________________________________________________________________

 




 
 
  
  
  
 
  
  
  
  
  
  
  
  
 

 


 


 


 


 


 


 


 

Massimo Aiello "Tribute To Beethoven - Drum In The Symphony no. 9" (Azzurra Music)

Il mondo è abbastanza grande per sopportare tutti i tipi di musica. Con questo non si tratta sempre o solo del fatto che piaccia o non piaccia un certo criterio…Qualche produzione è quasi una sfacciataggine. Massimo Aiello spaccherà il numero dei potenziali in numerosi parti. I maldicenti, i consenzienti, quelli che urlano alla “blasfemia”, gli ignoranti (quelli ci sono sempre nella loro distrazione) e parecchi altri. Di cosa si tratta ? il coro filarmonico slovacco accompagna l’orchestra in quattro parti (Ode alla Gioia). Fin qui è tutta l’edizione fedele all’originale dell’opera di Beethoevn. In più accanto a questo Massimo Aiello suona la batteria. Massimo suona in modo differenziato, sensibile, adeguato all’atmosfera lirica e dinamica dell’opera, talvolta potente, talvolta dolce, sempre accurato e tecnicamente perfetto, il ritmo non è di natura modesta, ma dimostra un’ampia comprensione ritmica e passione per i ritmi complessi e per la musica classica. Questo è del tutto interessante e guadagna per l’opera drammatica un nuovo aspetto, trasporta la musica nelle orecchie dei giovani ascoltatori, che altrimenti si chiuderebbero in modo ignorante verso la lunga opera. Ma questo è necessario? Certamente ogni ascoltatore deciderà in modo diverso. Ma l’esperimento è riuscito e convincente. Ognuno deve costruirsi la propria opinione, ma in primo luogo dopo che egli ha “investito” un paio di minuti del suo tempo moderno in questa produzione.

Volkmar Mantei


massimoaiello.com

VM