TORNA A RECENSIONI CD                                                                  BACK TO CD REVIEWS

___________________________________________________________________________________________________

 

ROCKIT - Milano - Italia (www.rockit.it)

 

 

On line (Italiano) (http://www.rockit.it/pub/r.php?x=00003182) On line (Italian)

 

           Go to english translation

_______________________________________________________________________________________________________________

   Cerca artista   [ MyBand ]   [ Associazione ]   [ Faq ]    [ Segnalazioni ]    [ Shopping ]
 
 Rivista:
 » band
 »
recensioni
 »
interviste
 »
concerti
 »
articoli su band
 »
articoli vari
 »
mp3 (per genere)

 Chiacchiere:
 » blog
 »
forum
 »
chat
 »
muro
 »
annunci

 Concerti:
 » date concerti
 »
locali
 »
festival
 »
bandi di concorso


 Extra:
 » Catalogo CD
 »
Magliette Rockit
 »
Magazine
 »
RadioRockit
 »
Convenzioni
 »
Etichette discograf.
 »
Sale prove/Studi reg.
 »
Negozi di dischi
 »
Negozi di strumenti
 »
Link utili
 »
Top-It
 »
Concorsi
 »
Rockit ToolBar
 »
Spazi pubblicitari
 »
Wap e PDA
 »
(C)right e disclaimer



Stampa    Invia

28-05-2004

Aiello, Massimo
Tribute to Beethoven - drum in the simphony no. 9

di Antonio Rettura (e-mail: antonio@rockit.it)

Ci sono cose che non si prestano a vie di mezzo:                      si amano o si odiano!                                                       Qualcuno di certo storcerà il naso nell’apprendere che un batterista si sia intruso nella grand’opera del Maestro tedesco, mentre qualcun altro griderà all’eresia. Lasciamo perdere per un attimo i puristi più ‘snob’ ed intellettualoidi, e andiamo a scoprire cosa c’è dietro quest’atipico ed interessante connubio fra musica classica e batteria.
Massimo Aiello non ha fatto altro - e non è poco! - che aggiungere all’orchestra un nuovo strumento, del quale nessun altro prima aveva scritto la partitura. Si intuisce che ciò è un lavoro che richiede grande conoscenza, dell’opera di Beethoven in primis, ma soprattutto dello strumento batteria. Per chi non lo conoscesse, il musicista napoletano, in seguito trapiantato in Veneto, ha iniziato la sua carriera artistica negli anni ’80 collaborando - fra i tanti - con Aldo Tagliapietra (il cantante delle Orme), Ricky Gianco, ed ha suonato insieme con Tullio De Piscopo. Padrone di un’indiscussa tecnica e talento, il Nostro riesce ad arricchire la sinfonia senza risultare mai troppo invasivo, valorizzando ed accentuando le curve di tensione all’interno del discorso che si dipana nei quattro movimenti che compongono l’opera.
In definitiva si può affermare che Massimo Aiello ha realizzato un duplice tributo: uno per l’opera in sé, l’altro per avere in una certa misura reso più attuale e moderno il capolavoro del compositore tedesco, rendendolo più vicino alle nuove generazioni.
Per chi non si è mai inoltrato nelle strade della musica classica - ed in particolare nelle composizioni di Beethoven - questa è quindi l’occasione giusta, un ennesimo stimolo d’interesse per farlo…

 
Aiello, Massimo

» guarda la scheda

Anno di uscita: 2001
Supporto: CD
Etichetta: Azzurra Music
Durata: 79:30

Tracce:
1. 1° Movement: allegro ma non troppo, un poco maestoso
2. 2° Movement: molto vivace
3. 3° Movement: adagio molto e cantabile (Present for Ludwig)
4. 4° Movement: presto con coro finale / Inno alla gioia / melodic drum solo / resto del finale

Formazione:
- Massimo Aiello: batteria
- Supporto registrato dell’orchestra Camerata Cassovia diretta da Walter Attanasi

Produzione artistica:
- Massimo Aiello

» cerca Aiello, Massimo nella sezione shopping